[Diritto] GPL e comodato d'uso

Davide Dozza diritto@softwarelibero.it
Mon, 07 Jul 2003 14:38:21 +0200


[...]

> 
>>Bisogna distinguere il contratto che regola l'hardware da quello che 
>>regola il software, credo. Ritengo che il fatto di dare un router, o 
>>qualsiasi altro apparecchio, costituisca cmq una modalitÓ di 
>>distribuzione del software, allo stesso modo di dare un cd con del 
>>software sotto GPL modificato.
> 
> 
> Esatto, questo Ŕ il punto; ovvero: chi riceve il router riceve anche una
> copia binaria del software secondo i termini della GNU/GPL.
> Il supporto [1] attraverso il quale avviene l'atto di trasferimento a
> terzi del software non influenza le previsioni della GNU/GPL (o in
> generale della licenza con la quale il software Ŕ distribuito); direi
> che questo Ŕ fondamentale.

E siamo gia' due a zero, forse anche tre a zero.
Scusate se insisto ma voglio capire proprio bene.

Quindi se io ti presto (siamo amici...) il mio routerino con Linux a 
bordo devo darti anche il sorgente. Giusto?
Vale quindi per qualsiasi apparecchio, che sia un PDA piuttosto che un 
telefonino. Giusto?

D.