[Diritto] Brevetto software e diritto d'autore

Giustino Fumagalli diritto@softwarelibero.it
Wed, 1 Oct 2003 14:51:29 +0200 (CEST)


--0-1181374151-1065012689=:1104
Content-Type: text/plain; charset=iso-8859-1
Content-Transfer-Encoding: 8bit

Non sono mie tesi, ma quanto oramai consolidato nel pensiero giuridico intenazionale...scusate ma come persone possiamo avere opinioni personalissime, ma se ci si estranea dal contesto perdete di vista il problema e vi avvitate su voi stessi, come aim fa spesso la comunit dell'Open Source, e nessuno prende in considerazione le vostre istanze.. spesso avere le idee giuste non basta, bisogan anche saperle proporre nel modo giusto!
 
2' punto, quello che si brevetta in Europa non  chiaro, queto  il problema, quando le cose non sono chiare che ha grandi studi legali se ne approfitta (non a caso l'IBM in europa ha piu' brevetti di tutte le imprese europee messe assieme..).. le normative devono fare chiarezza e impedire abusi.. purtroppo quanto fatto nella futura direttiva non chiarisce tutto, visto che in Europa quel che conta  quello deciso in seno all?European Patent Office .. che  un organismo internazionale NON  comunitario.. 
Giustino

Simo Sorce <simo.sorce@xsec.it> wrote:
On Wed, 2003-10-01 at 12:23, Giustino Fumagalli wrote:
> Ho letto i commenti precedenti e cercher nel mio piccolo di ripondere
> ad alcuni dibbi (sollevandone altri deduco).
> 
> 1) Si fa confusione su cosa si brevetta, NON SI BREVETTA CODICE, il
> codice che scriviamo  tutelato dal Diritto d'Autore, si brevetta un
> meccanismo (inteso come operazione), un'idea di funzionamento o un
> prodotto se  invenzione (pensate al cavatappi per intenderci).. il
> problema  appunto questo ..cercare di chiarire che cosa si puo' o non
> si puo' brevettare di fronte a del software

Beh, ma se ancora non  chiaro come fai a dire di essere a favore?
Ad oggi macchine che usano software possono essere tranquillamente
brevettate, non basta?

> 2) Anch'io penso che la musica nell'etere sia come il codice in
> esecuzione, ma da un punto di vista giuridico ci sono enormi
> differenze,la musica  sempre destinata al diletto dell'essere umano,

Quindi musica che non sia destinata al diletto ricade sotto un'altra
normativa?

Musica usata per terapie?
Suoni usati per guidare i ciechi? Per avvisare di un pericolo? O per
qualcunque altra funzione? (Si pensi ai telefonini di oggi)

> il software una volta non piu' sorgente,  destinato a delle
> macchine..qui sta la differenza.

Quindi un vidogame  destinato alle macchine? Oppure un programma di
generazione di immagini frattali? o di rumore bianco a scopo di relax ?
(e mille altri esempi)

> l'uomo vs le macchine due destinatari ben diversi, e come principio
> generale il diritto d'autore generalmente protegge solo le opere
> creative destinate all'uomo.

Non mi convince la tua tesi che il software sia destinato alle macchine.
Seguendo questo ragionamento potrei pensare che la musica sia destinata
agli strumenti musicali ... in quanto il binario della musica non  il
suono ma la sequenza di operazioni che il calcolatore-uomo esegue sullo
strumento, premendo tasti, pizzicando corde, etc... traducendo il codice
sorgente che  lo spartito.

Simo.

-- 
Simo Sorce - simo.sorce@xsec.it
Xsec s.r.l. - http://www.xsec.it
via Durando 10 Ed. G - 20158 - Milano
mobile: +39 329 328 7702
tel. +39 02 2399 7130 - fax: +39 02 700 442 399
_______________________________________________
Diritto mailing list
Diritto@softwarelibero.it
http://lists.softwarelibero.it/mailman/listinfo/diritto
Totale iscritti: 97

Giustino Fumagalli
Cell.XXX.XXXXXXX
e-mail: giustinofumagalli@yahoo.it


---------------------------------
Yahoo! Mail: 6MB di spazio gratuito, 30MB per i tuoi allegati, l'antivirus, il filtro Anti-spam
--0-1181374151-1065012689=:1104
Content-Type: text/html; charset=iso-8859-1
Content-Transfer-Encoding: 8bit

<DIV>Non sono mie tesi, ma quanto oramai consolidato nel pensiero giuridico intenazionale...scusate ma come persone possiamo avere opinioni personalissime, ma se ci si estranea dal contesto perdete di vista il problema e vi avvitate su voi stessi, come aim fa spesso la comunit dell'Open Source, e nessuno prende in considerazione le vostre istanze.. spesso avere le idee giuste non basta, bisogan anche saperle proporre nel modo giusto!</DIV>
<DIV>&nbsp;</DIV>
<DIV>2' punto, quello che si brevetta in Europa non  chiaro, queto  il problema, quando le cose non sono chiare che ha grandi studi legali se ne approfitta (non a caso l'IBM in europa ha piu' brevetti di tutte le imprese europee messe assieme..).. le normative devono fare chiarezza e impedire abusi.. purtroppo quanto fatto nella futura direttiva non chiarisce tutto, visto che in Europa quel che conta  quello deciso in seno all?European Patent Office .. che  un organismo internazionale NON  comunitario.. </DIV>
<DIV>Giustino<BR><BR><B><I>Simo Sorce &lt;simo.sorce@xsec.it&gt;</I></B> wrote:</DIV>
<BLOCKQUOTE class=replbq style="PADDING-LEFT: 5px; MARGIN-LEFT: 5px; BORDER-LEFT: #1010ff 2px solid">On Wed, 2003-10-01 at 12:23, Giustino Fumagalli wrote:<BR>&gt; Ho letto i commenti precedenti e cercher nel mio piccolo di ripondere<BR>&gt; ad alcuni dibbi (sollevandone altri deduco).<BR>&gt; <BR>&gt; 1) Si fa confusione su cosa si brevetta, NON SI BREVETTA CODICE, il<BR>&gt; codice che scriviamo  tutelato dal Diritto d'Autore, si brevetta un<BR>&gt; meccanismo (inteso come operazione), un'idea di funzionamento o un<BR>&gt; prodotto se  invenzione (pensate al cavatappi per intenderci).. il<BR>&gt; problema  appunto questo ..cercare di chiarire che cosa si puo' o non<BR>&gt; si puo' brevettare di fronte a del software<BR><BR>Beh, ma se ancora non  chiaro come fai a dire di essere a favore?<BR>Ad oggi macchine che usano software possono essere tranquillamente<BR>brevettate, non basta?<BR><BR>&gt; 2) Anch'io penso che la musica nell'etere sia come il codice in<BR>&gt; esecuzione,
 ma da un punto di vista giuridico ci sono enormi<BR>&gt; differenze,la musica  sempre destinata al diletto dell'essere umano,<BR><BR>Quindi musica che non sia destinata al diletto ricade sotto un'altra<BR>normativa?<BR><BR>Musica usata per terapie?<BR>Suoni usati per guidare i ciechi? Per avvisare di un pericolo? O per<BR>qualcunque altra funzione? (Si pensi ai telefonini di oggi)<BR><BR>&gt; il software una volta non piu' sorgente,  destinato a delle<BR>&gt; macchine..qui sta la differenza.<BR><BR>Quindi un vidogame  destinato alle macchine? Oppure un programma di<BR>generazione di immagini frattali? o di rumore bianco a scopo di relax ?<BR>(e mille altri esempi)<BR><BR>&gt; l'uomo vs le macchine due destinatari ben diversi, e come principio<BR>&gt; generale il diritto d'autore generalmente protegge solo le opere<BR>&gt; creative destinate all'uomo.<BR><BR>Non mi convince la tua tesi che il software sia destinato alle macchine.<BR>Seguendo questo ragionamento potrei pensare che
 la musica sia destinata<BR>agli strumenti musicali ... in quanto il binario della musica non  il<BR>suono ma la sequenza di operazioni che il calcolatore-uomo esegue sullo<BR>strumento, premendo tasti, pizzicando corde, etc... traducendo il codice<BR>sorgente che  lo spartito.<BR><BR>Simo.<BR><BR>-- <BR>Simo Sorce - simo.sorce@xsec.it<BR>Xsec s.r.l. - http://www.xsec.it<BR>via Durando 10 Ed. G - 20158 - Milano<BR>mobile: +39 329 328 7702<BR>tel. +39 02 2399 7130 - fax: +39 02 700 442 399<BR>_______________________________________________<BR>Diritto mailing list<BR>Diritto@softwarelibero.it<BR>http://lists.softwarelibero.it/mailman/listinfo/diritto<BR>Totale iscritti: 97</BLOCKQUOTE><BR><BR>Giustino Fumagalli<br>Cell.XXX.XXXXXXX<br>e-mail: giustinofumagalli@yahoo.it<p><br><hr size=1><A HREF="http://it.yahoo.com/mail_it/foot/?http://it.mail.yahoo.com/"><b>Yahoo! Mail</a></b>: 6MB di spazio gratuito, 30MB per i tuoi allegati, l'antivirus, il filtro Anti-spam
--0-1181374151-1065012689=:1104--