[Diritto] Proposta di legge sul software libero vers. 1.9!! (stavolta per davvero!)

Nicotra Massimiliano massimiliano.nicotra@infocamere.it
Mon, 21 Jan 2002 10:24:51 +0100


Stefano Maffulli wrote:
[cut]
> sulla ridistribuzione di software libero da parte di enti pubblici ho sentito
> (al convegno dell'aica libre del 20 dic.) che ci possono essere problemi
> legali. Pare (non ricordo, sto indagando meglio) che ci sia un articolo del
> codice (civile?) che impone all'ente pubblico di avere l'esclusiva sul
> software sviluppato (anche su commissione) e quindi limitare la
> ridistribuzione del sw.
> Quando l'avv. Daniela Ridolfi ne parlo` al convegno mi sembro` una boiata e
> la sottovalutai, ma ora mi torna il dubbio pressante: sara` vero? In effetti
> la GPL in Italia non e` stata ancora "validata", per cui potrebbe pure
> essere... Sto attendendo risposte, ma se qualcuno sa a cosa mi riferisco
> potrebbe fornirmi delucidazioni? grazie
> 
> a presto
> stef

Probabilmente il riferimento era all'art. 11 della legge sul diritto
d'autore, che recita: "Alle amministrazioni dello Stato, alle Province
ed ai Comuni, spetta il diritto d'autore sulle opere create e pubblicate
sotto il loro nome ed a loro spese".

Credo quindi che il problema sia in parte diverso, dato che l'opera deve
essere "pubblicata a loro nome". Un software concesso in licenza non
soddisfa tale requisito, dato che, normalmente,  stato sviluppato (e
pubblicato) prima della concessione della licenza stessa, e, comunque,
non a nome dell'ente.

Diverso se sviluppo un software per un ente pubblico che provvede poi, a
proprio nome, a pubblicarlo e distribuirlo. Comunque si tratta
semplicemente di attribuzione di diritto d'autore, e non impone alcune
"esclusiva" in favore dell'ente (anche nel caso di sviluppo su
commissione si potrebbe contrattualmente prevedere una disciplina
diversa).

Saluti

M. Nicotra