[Diritto] Brevetto software e diritto d'autore

Giustino Fumagalli diritto@softwarelibero.it
Wed, 1 Oct 2003 14:15:26 +0200 (CEST)


--0-1228664302-1065010526=:55230
Content-Type: text/plain; charset=iso-8859-1
Content-Transfer-Encoding: 8bit

Vedo che le risposte hanno solo il tono polemico, che  il guaio di molti che operano nell'Open Source, e che permette a lobby come la BSA di fare e disfare a loro piacimento.
Il tema va affrontato "uscendo" dal vostro contesto, analizzate TUTTO il mondo informatico non solo il pezzo di vostra pertinenza; questo vale anche per me, il mio settore professionale  enorme ma  solo uno spicchio dell'intero.
Vorrei chiarire che per me l'Open Source  un bel mondo e da proteggere, ma non c' solo l'Open Souce, e l'errore (riscontrato nei fatti, vedere audizoni all'Europarlamento, documenti presentati etc.)  quello di non confrontarsi con i mezzi del mondo reale (strumenti giuricici analitici) ma di imporre una visione dogmatica..(L'Eurolinux  arrivata a dire che brevettare il software  contro il Trattato di Roma fondante l'UE...cosa assolutamente priva di senso) .. visione che risulta essere di chiusura e non costruttiva, quindi chi opera a livello normativo ha facile gioco a ignorar le tesi dell'Open Source a favore di lobby piu' pragmatiche e concrete.
Smettiamola di rappresentare il mondo informatico come un eden, l'utopia.. siamo in un mondo fatto di imprese, di leggi, di interessi economici, scientifici e tecnologici e di informatici spesso gelosi del proprio lavoro..e tutti (o quasi) operano bene o male per il proprio benessere economico!
Poi in risposta al cometo su musica/software.. simpatico l'accostamento ma nesun legislatore o giudice accetterebbe una tale eccezione... il codice binario mal si adatta ad essere fatto per l'uomo (e io che ho lavorato anche in ottale , esadecimale e biario la posso confermare).
Suvvia siate meno idealisti e piu' concreti, il sistema  fatto di regole, l'importante  che le regole siano giuste, equilibrate ed imparziali.
Giustino

Andrea Glorioso <sama@perchetopi.org> wrote:
>>>>> "gf" == Giustino Fumagalli writes:

gf> 2) Anch'io penso che la musica nell'etere sia come il codice
gf> in esecuzione, ma da un punto di vista giuridico ci sono
gf> enormi differenze,la musica  sempre destinata al diletto
gf> dell'essere umano, il software una volta non piu' sorgente, 
gf> destinato a delle macchine..qui sta la differenza.

Potremmo tranquillamente addestrare persone perche` comprendano il
linguaggio macchina e si comportino in tutto e per tutto come un
elaboratore. Assolutamente inutile e non conveniente, ovvio, ma di
principio non sta scritto da nessuna parte che il software possa
essere `fruito' solo da un computer.

E al MediaLab del MIT progettano elaboratori che "fruiscono" la
musica.

ciao,

andrea
--
Cose semplici e banali per riconciliarmi con andrea glorioso 
gli anni sprecati e dentro ci sei tu
Grazie a tutti per davvero ma siamo alla fine www.annozero.org
E ho perso l'inizio ma ho un senso in piu` sama@perchetopi.org
_______________________________________________
Diritto mailing list
Diritto@softwarelibero.it
http://lists.softwarelibero.it/mailman/listinfo/diritto
Totale iscritti: 97

Giustino Fumagalli
Cell.XXX.XXXXXXX
e-mail: giustinofumagalli@yahoo.it


---------------------------------
Yahoo! Mail: 6MB di spazio gratuito, 30MB per i tuoi allegati, l'antivirus, il filtro Anti-spam
--0-1228664302-1065010526=:55230
Content-Type: text/html; charset=iso-8859-1
Content-Transfer-Encoding: 8bit

<DIV>Vedo che le risposte hanno solo il tono polemico, che  il guaio di molti che operano nell'Open Source, e che permette a lobby come la BSA di fare e disfare a loro piacimento.</DIV>
<DIV>Il tema va affrontato "uscendo" dal vostro contesto, analizzate TUTTO il mondo informatico non solo il pezzo di vostra pertinenza; questo vale anche per me, il mio settore professionale  enorme ma  solo uno spicchio dell'intero.</DIV>
<DIV>Vorrei chiarire che per me l'Open Source  un bel mondo e da proteggere, ma non c' solo l'Open Souce, e l'errore (riscontrato nei fatti, vedere audizoni all'Europarlamento, documenti presentati etc.)  quello di non confrontarsi con i mezzi del mondo reale (strumenti giuricici analitici) ma di imporre una visione dogmatica..(L'Eurolinux  arrivata a dire che brevettare il software  contro il Trattato di Roma fondante l'UE...cosa assolutamente priva di senso) .. visione che risulta essere di chiusura e non costruttiva, quindi chi opera a livello normativo ha facile gioco a ignorar le tesi dell'Open Source a favore di lobby piu' pragmatiche e concrete.</DIV>
<DIV>Smettiamola di rappresentare il mondo informatico come un eden, l'utopia.. siamo in un mondo fatto di&nbsp;imprese, di leggi, di interessi economici, scientifici e tecnologici e di informatici spesso gelosi del proprio lavoro..e tutti (o quasi)&nbsp;operano bene o male per il proprio benessere economico!</DIV>
<DIV>Poi in risposta al cometo su musica/software.. simpatico l'accostamento ma nesun legislatore o giudice accetterebbe una tale eccezione... il codice binario mal si adatta ad essere fatto per l'uomo (e io che ho lavorato anche in ottale , esadecimale e biario la posso confermare).</DIV>
<DIV>Suvvia siate meno idealisti e piu' concreti, il sistema  fatto di regole, l'importante  che le regole siano giuste, equilibrate&nbsp;ed imparziali.</DIV>
<DIV>Giustino<BR><BR><B><I>Andrea Glorioso &lt;sama@perchetopi.org&gt;</I></B> wrote:</DIV>
<BLOCKQUOTE class=replbq style="PADDING-LEFT: 5px; MARGIN-LEFT: 5px; BORDER-LEFT: #1010ff 2px solid">&gt;&gt;&gt;&gt;&gt; "gf" == Giustino Fumagalli <GIUSTINOFUMAGALLI@YAHOO.IT>writes:<BR><BR>gf&gt; 2)&nbsp;Anch'io penso che la musica nell'etere sia come il codice<BR>gf&gt; in esecuzione, ma&nbsp;da un punto di vista giuridico ci sono<BR>gf&gt; enormi differenze,la musica  sempre destinata al diletto<BR>gf&gt; dell'essere umano, il software una volta non piu' sorgente, <BR>gf&gt; destinato a delle macchine..qui sta la differenza.<BR><BR>Potremmo tranquillamente addestrare persone perche` comprendano il<BR>linguaggio macchina e si comportino in tutto e per tutto come un<BR>elaboratore. Assolutamente inutile e non conveniente, ovvio, ma di<BR>principio non sta scritto da nessuna parte che il software possa<BR>essere `fruito' solo da un computer.<BR><BR>E al MediaLab del MIT progettano elaboratori che "fruiscono" la<BR>musica.<BR><BR>ciao,<BR><BR>andrea<BR>--<BR>Cose semplici e banali
 per riconciliarmi con andrea glorioso <BR>gli anni sprecati e dentro ci sei tu<BR>Grazie a tutti per davvero ma siamo alla fine www.annozero.org<BR>E ho perso l'inizio ma ho un senso in piu` sama@perchetopi.org<BR>_______________________________________________<BR>Diritto mailing list<BR>Diritto@softwarelibero.it<BR>http://lists.softwarelibero.it/mailman/listinfo/diritto<BR>Totale iscritti: 97</BLOCKQUOTE><BR><BR>Giustino Fumagalli<br>Cell.XXX.XXXXXXX<br>e-mail: giustinofumagalli@yahoo.it<p><br><hr size=1><A HREF="http://it.yahoo.com/mail_it/foot/?http://it.mail.yahoo.com/"><b>Yahoo! Mail</a></b>: 6MB di spazio gratuito, 30MB per i tuoi allegati, l'antivirus, il filtro Anti-spam
--0-1228664302-1065010526=:55230--