[Discussioni] [Fwd: Virus/ SarÓ Linux il prossimo bersaglio?]

Marco Ermini flug a markoer.org
Gio 3 Gen 2002 18:26:13 CET


On Thu, 3 Jan 2002 17:52:40 +0100 (CET), Carlo Daffara
<cdaffara a mail.conecta.it> wrote:

[...]
> Sul fatto che non si possono promulgare leggi che ledono diritti
> costituzionali acquisiti, direi che non sei molto informato su lacuni
> recenti sviluppi. Nessuna critica, ma (ribadendo il IANAL) direi che mi
> sembra di aver visto diversi esempi contrari. La stessa DMCA lede non solo
> il "fair use" ma anche i diritti costituzionali sul free speech. (almeno
> credo :-))

Da quello che ho letto, sono d'accordo con te. Ovviamente il Governo si e'
giustificato dicendo che ha motivi validi per farlo e che sono misure "di
urgenza". In ogni caso, sarai d'accordo che ha un peso ben diverso il limitare
la liberta' della privacy registrando il traffico di rete agli ISP, con la
scusa di intercettare i terroristi (con la stessa scusa bombardano e
massacrano decine di civili, e questo mi sembra piu' grave... ma chiudo il
discorso politico qui per evitare discussioni sul genere che sono OT) dal
promulgare leggi che ti impediscano di chiamare un avvocato e ti tengano in
prigione senza processo indefinitivamente. Di tutto questo non ho trovato
traccia - poi, *ovviamente* anche io posso sbagliare. Ma non ho trovato da
nessuna parte che per il fatto che ho "dichiarato" di aver scritto un virus mi
possano ingabbiare senza avvocato per 6 mesi, anzi, non ho trovato nessun
riferimento nemmeno a questi 6 mesi... non si vieta da nessuna parte il
diritto ad un avvocato, il diritto ad un "equo" processo, come da nessuna
parte non si abolisce la presunzione di innocenza.


> Mirabilis non e' denunciabile per aver scritto un programma; mirabilis e'
> denunciabile se scrive un programma che inconsapevolmente all'utente si
> propaga come un virus, e arriva sulla macchina di un utente che *non lo
> voleva*.

Mirabilis ed AOL hanno scritto programmi che, all'insaputa dell'utente,
permettono a terzi di scaricare worm sul computer dell'utente stesso. Se
fossero stati programmi realizzati con concessione del governo federale IMHO
avrebbero violato il "privacy act", dalla lettura che ho fatto della
interpretazione della EFF.


> Comunque, non voglio fare polemiche, se mi sbaglio, tanto meglio!

Beh, mi sembra che stiamo discutendo tranquillamente, o no? trovo la
discussione molto interessante, e *nessuno* ha ragione in partenza, certamente
nemmeno io!


ciao

-- 
Marco Ermini
http://www.markoer.org
Never attribute to malice that which is adequately explained
by stupidity. (a sig from Slashdot postings)




More information about the discussioni mailing list