[Discussioni] Re: gnuvox (era: Informazione pubblica: bene comune)

Simone Piccardi piccardi a softwarelibero.it
Mer 5 Lug 2006 14:46:57 CEST


Vittorio Bertola wrote:
> pinna ha scritto:
>> quello a cui mi sono riferito l'ho quotato. non era una "cosa
>> inesatta" su una licenza: era l'equazione tra un organismo
>> che in un certo ambito tutela le liberta' degli individui (la FSF)
>> con un tipo di organismi che tutelano gli interessi dei loro
>> azionisti a scapito delle liberta' degli individui (le major del
>> software).
> 
> Spero di averti spiegato nell'altro messaggio in che senso e in che
> ambito facevo il paragone suddetto. Non ho nessun dubbio sul fatto che
> il valore morale e collettivo dei due tipi di organizzazioni sia ben
> diverso... proprio per questo volevo far notare che, attenzione,
> contrastare la centralizzazione del controllo sulla produzione di
> conoscenza mediante una campagna (licenza, ecc.) a controllo
> strettamente centralizzato  una contraddizione in termini.
Scusami, ma qui la contraddizione la vedo io.

Prima affermi che i DRM servono a salvaguardare i diritti degli autori,
anche se mi sembra assolutamente chiaro che servono soprattutto a ben
altro visto che questi sono gia` ampiamente salvaguardati dalle attuali
normative (ma vedo che questo tema l'hai completamente ignorato).

Poi contesti il diritto di un autore, la FSF, di creare una nuova
versione di un suo testo.

Certo, tu fai l'equazione controllo della FSF sul testo della GPL =
controllo sugli autori che l'hanno scelta, che mi pare pero' del tutto
inconsistente. E' l'autore che sceglie di usare la GPL, e non la FSF che
glielo impone, ed e` sempre lui che sceglie se usare o meno la dizione
versione 2 o successive. Dare per scontato che l'autore lo faccia con
una scelta inconsapevole e` come dargli dello stupido.

Certo. puo` anche darsi che qualche autore sia stato davvero un po'
stupido (usare una licenza senza considerare quello che c'e` scritto non
mi pare una condotta brillante). In ogni caso resta comunque suo diritto
correggersi ed usare la versione 2 soltanto (se la 3 non gli va bene)
per tutti i lavori successivi. Per cui anche in questo caso non vedo
proprio come tu possa sostenere che c'e` un controllo centralizzato.

Se il controllo sta nel fatto che un autore sprovveduto non puo` piu`
rimangiarsi i termini con cui ha scelto di licenziare i suoi lavori,
dovresti rivolgere la tua critica non a FSF ma alla normativa sul
diritto d'autore. Da parte mia dico solo meno male che e` cosi`, visto
che la normativa e` gia` squilibrata in maniera eccessiva a favore degli
autori,

Ciao
Simone
-- 
As.| Simone Piccardi - KeyID:2A972F9D - JabberID:simone a jabber.linux.it
So.| http://firenze.linux.it/~piccardi  -  http://www.softwarelibero.it
Li.| Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono.  Poi vinci.
                                                           M. K. Ghandi



More information about the discussioni mailing list