[Discussioni] [jacopo a girlanda.org: [Italy] On. GIRLANDA: interrogazione sul software libero]

Renzo Davoli renzo a cs.unibo.it
Ven 26 Feb 2010 19:23:34 CET


On Fri, Feb 26, 2010 at 06:51:12PM +0100, Alexjan Carraturo wrote:
> Stallman, interrogato ben 2 volte da me in merito alla qustione, ha
> risposto chiaramente di non "essere un comunista" e che il software
> libero "non  di sinistra" (come non  di destra).
> 
> Non ho capito bene, chi ha detto che il copyleft sta per "sinistra",
> ma penso abbia preso un abbaglio dovuto all'interpretazione che molti
> "professori italiani" fanno (me ne viene in mente uno su tutti.

Io no di certo....

Io sostengo che il software libero e' *anche* la espressione 
del liberismo di mercato applicato alla conoscenza.

Con il sw libero i creativi del software gareggiano ad armi pari
e puo' vincere la vera innovazione. E' un sistema meritocratico.

I vincoli all'utilizzo della conoscenza sono fattori di inerzia
voluti solo da chi controlla il mercato e vuole limitare la
concorrenza per evitare di innovare e mantenere una posizione economica.

Questi sono discorsi "di destra"...

Il software libero non deve avere etichette. Ne' destra, ne' sinistra,
ne' lento, ne' rock.

Forse un po' rock, si'....

	renzo



More information about the discussioni mailing list