[Discussioni] Software libero nelle PA. Era: Re: ricerca FLOSS

piergiovanna grossi piergiovanna a softwarelibero.it
Ven 8 Ott 2010 00:55:02 CEST


Ciao cari

Il giorno 07 ottobre 2010 20:13, Francesca Ciceri <madamezou a yahoo.it> ha
scritto:

> Ciao a tutti,
>
> On Thu, Oct 07, 2010 at 06:50:15PM +0200, Marco Bertorello wrote:
> > Il 07 ottobre 2010 17:44, piergiovanna grossi
> > <piergiovanna a softwarelibero.it> ha scritto:
> > [...]
> > > risparmio  forse irrisorio se calcolato nell'insieme. I risultati a
> lungo
> > > termine sono che i prof. si devono abituare a scambiare coi propri
> studenti
> > > formati aperti, che gli studenti si devono abituare a utilizzare
> software
> > > libero e disabituare a utilizzare cose copiate illegalmente. Imparano a
> > > utilizzare strumenti con i quali una volta usciti dall'Uni potranno
> iniziare
> > > a lavorare in autonomia se vorranno, nessun monopolio proprietario e
> via
> >
> > ma saranno consapevoli? sapranno perch  male un brevetto ed
> > eviteranno di ottenerne?
> > sapranno lottare perch, giusto per fare un esempio campato in aria, i
> > risultati dei propri studi vengano pubblicati con licenza libera?
> > si rifiuteranno di usare software non-libero o formati non-aperti?
>
> [cut]

>
> > Invece no. la migrazione non deve fallire. punto e basta.
> > Vuoi vedere una migrazione, facile ed indolore, con l'interesse attivo
> > dei cittadini?
> > Vieni con me quando gli studenti occupano le scuole, col tuo bel CD di
> > ubuntu e libera l'aula informatica e tutti i PC che vedi in giro.
> > Sono computer pubblici, comprati con i soldi pubblici,  un tuo
> > diritto che usino software di tutti.
>
>
> Marco questa  un filino una idiozia IMHO: l'attribuisco al fatto che sei
> infervorato dalla discussione e che l'esempio che fai  presumibilmente una
> semplificazione voluta :)
> Voglio dire: l'informatica nelle scuole non equivale ai pc che vengono
> usati
> nelle scuole, cos come portare il software libero nelle scuole non
> equivale a
> installare semplicemente - e brutalmente - ubuntu (/me ha i brividi, ma
> vabb)
> su quei computer. Il problema  pi sottile, a mio modo di vedere.
> L'informatica nelle scuole  computer+studente+docente+programma.
> Con ci intendo dire che  un sistema complesso e non puoi intervenire su
> un
> unico fattore: devi stimolare un minimo di dibattito, far acquisire delle
> pratiche culturali, far conoscere questa realt a professori e presidi.
>
>
> Altrimenti non cambia nulla. Saranno utenti windows/mac su GNU/Linux. E non
> credo che sia l'obiettivo di nessuno. Il software libero  soprattutto un
> insieme di pratiche culturali particolari, applicate all'informatica.
> Installando brutalmente $distro_linux su 20 computer e dandoli in mano ad
> alunni e professori non fai di loro degli utenti di software libero.
>
> Questo per dire che amo l'azione ma l'azione correttamente preparata.
> E non sono una che sorseggia vino in poltrona, per la cronaca.
>
> ciao,
> Francesca
>
>
Marco,
Francesca mi ha preceduta, stavo per darti la stessa risposta.
Vedo ora la tua mail successiva. La mia impressione  che, con una
contraddizione dietro l'altra, tu sia partito dicendo l'opposto di quello
che ho detto io, finendo per dire quasi la stessa cosa.
Preciso, Marco, che io non mi fregio, come invece fai tu, di essere una
attivista, ma gli occhi dal pc li alzo, eccome, anch'io, con la mia
associazione padovana, con la quale stiamo portando avanti da anni progetti
di superamento del digital divide con immigrati, anziani, ragazzi di strada
etc, anche se non lo sbandieriamo ai 4 venti. Al contrario di quanto fai tu,
non ho la pretesa di dire che il tuo modo di agire (se metti in pratica
veramente quello che predichi (?)) sia sbagliato. Mi aspetterei lo stesso
rispetto da te, invece di offese inutili. Penso anche io che sia il caso di
chiudere qui la discussione.
P.


-- 

Forse gli uomini si dividono in due categorie: quelli sicuri di avere
ragione, che sono feroci; quelli sicuri soltanto del dubbio, che sono
stanchi (Rutilio Namaziano)
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML  stato rimosso...
URL: <http://lists.softwarelibero.it/pipermail/discussioni/attachments/20101008/6063a995/attachment-0002.html>


More information about the discussioni mailing list