[Discussioni] Risparmio

Sandro Santilli strk a keybit.net
Ven 1 Ago 2014 11:08:43 CEST


On Thu, Jul 31, 2014 at 10:05:53PM +0200, Gian Uberto Lauri wrote:

> E non lo dico per sostenere che ci  bene o  giusto, solo per dire
> che  ingiusto prendersela troppo con chi ha sbagliato, hanno troppe
> attenuanti dalla loro.

Immaginavo si sarebbe arrivati a questo punto, e vorrei intervenire
perche' purtroppo sento questa associazione tra "capire" e "incolpare"
uscire fuori molto frequentemente.

Loredana chiede di _analizzare_ il costo dovuto al lock-in.
Questo mi interessa.

Nelle sue mail sottolinea anche di non voler pagare quel costo, e quindi
si auspica anche di trovarne un colpevole perche' se ne assuma il costo.
Certo questo e' piu' difficile da fare.

Non e' facile sapere se all'epoca delle scelte effettuate sarebbe stato
piu' economico o meno economico far realizzare una soluzione in casa, ma
certo non possiamo neanche provare a saperlo se non sappiamo calcolare
questo costo.

Non e' facile sapere se la "soluzione in casa" avrebbe sopravvissuto meglio
o avrebbe avuto meno costi di lock-in. Certo che piu' una tecnologia e'
"aperta" maggiori sono le probabilita' di trovare persone in grado di
manutenerla/adattarla/convertirla nel tempo.

Ovviamente il grado di "apertura" ha parecchie sfumature.
Il codice aperto (copiabile, modificabile, redistribuibile), ad esempio, 
da solo non determina che questo sia _facile_ da capire e modificare.
Quel che migliora l'apertura e' l'effettiva condivisione dello strumento,
soprattutto tra sviluppatori, che lo possano considerare uno dei loro asset
di produzione con disponibilita' garantita (redistribuibilita').

Insomma, senza prendersela (troppo ? ancora ?) con chi ha sbagliato,
cerchiamo di capire l'entita' del danno ?

--strk; 

 ()  ASCII ribbon campaign  --  Keep it simple !
 /\  http://strk.keybit.net/rants/ascii_mails.txt  



More information about the discussioni mailing list