[Dizionario] Petrocchi, Melzi e diritti d'autore; nota su TEI XML DTD per dizionari

Giovanni Pensa public a giovannipensa.com
Mer 14 Ago 2002 15:14:56 CEST


On Wed, 2002-08-14 at 13:09, Andrea Sivieri wrote:
> Ho letto un po' gli archivi... e questo messagio

Essere citato, 5 mesi dopo...

> Per curiosita` ho guardato qual'era il dizionario
> piu` vecchio che avevo in casa e ho trovato il
> "Nuovissimo Melzi" ed. Vallardi uscito nel 1914.
> 
> Per essere sicuri che i diritti siano scaduti,
> si deve tenere conto anche di altre persone
> che hanno collaborato a vario titolo all'opera
> e che non sono citate?
> 
> Inoltre c'e` da dire che la Vallardi ha continuato
> ad ampliare il "Nuovissimo Melzi" fino agli anni 60.
[...]
> L'idea di impostare un DTD XML
> adatto a questo progetto e` ottima.

Il progetto "dizionario", di cui sono solo un curioso, in maniera
disorganizzata e libera, sta portando avanti diversi sotto-progetti,
scollegati e indipendenti.

Qualcuno si sta occupando di raggruppare e organizzare gli elenchi delle
parole della lingua italiana; c' pure un CVS.  La cosa sembra portare a
dei risultati.

Il passo di un dizionario vero e proprio  molto pi lontano, purtroppo.

1. Trovare uno o pi dizionari che
  a) siano fuori diritto d'autore e
  b) abbiano un qualche valore.

Si potrebbe chiedere a LiberLiber.org, dove ci sono persone pi esperte
di me per entrambi i punti.  In teoria sia il Petrocchi che il Melzi
dovrebbero essere fuori diritto d'autore, ma prima  meglio essere
sicuri.

2. Inserire il testo, OCR, verifica, correzioni.  Questo  un lavoro
allucinante, vero.  In LiberLiber ci sono dei "volontari" che lo fanno
con romanzi.  Non  possibile costringere qualcuno a farlo :-) ed  il
collo di bottiglia del progetto.

3. Strutturare il testo.  XML e non si discute.  TEI (che per  stato
pensato ma poco usato, mi pare) o qualcosa di pi artigianale, in modo
da poterlo trasformare in (X)HTML.  Qui mi divertirei pure.

Si potrebbe anche decidere di spingere http://it.wikipedia.com/ che
attualmente  vuoto, ma che con qualche contributo potrebbe avere un
qualche valore.  Loro per sono per testo poco strutturato.  Inglese,
spagnolo, tedesco e polacco stanno andando benino, ad esempio.

E il dubbio finale  se ha senso unire tutte queste cose in un unico
dizionario-enciclopedico libero o cercare di mantenere i progetti
separati.

Domenica parto per le vacanze,
ad autunno getto un altro sasso nello stagno,

g.





Maggiori informazioni sulla lista Dizionario