[Diritto] link e decss

Carlo Strozzi carlos@scriptaworks.com
Sun, 11 Nov 2001 22:54:26 +0100


On Sat, Nov 10, 2001 at 11:36:16PM +0100, Marco RHPS wrote:
> 
> Bisogna stare attenti ad assimilare il software all'opera letteraria
> perche' si corre il rischio che sia proponibile anche un'accusa di plagio,
> se avessimo ad esempio software con codici sorgenti diversi che pero' fanno
> le stesse cose. Il software non e' assimilabile all'opera letteraria ne' e'

E qui ho dei dubbi. Il sorgente, di per s, non fa proprio nulla, ma
 semplicemente un testo scritto su un supporto, cartaceo o altro.
L'effetto si manifesta allorquando il programma viene interpretato da
una macchina ed eseguito. Il plagio non pu essere relativo all'effetto,
bens al testo scritto nel sorgente, n pi ne meno come avviene per un
libro, ma questo  normale, ovvero  lo scopo dei vari copyright.
Quello che dici mi suona un p come dire che l'autore di un libro mi
pu accusare di plagio solo perch il mio libro, una volta buttato nel
camino, brucia esattamente come il suo :-)

Proviamo ad immaginare una situazione "di confine": un libro di
cucina con descritta una ricetta. Teoricamente, io potrei far leggere
direttamente la ricetta ad una macchina abbastanza sofisticata, in
modo che quest'ultima possa cucinare quella cosa. Mi sembra del tutto
equivalente a far interpretare un linguaggio formale da una macchina per
farle fare qualcosa. Quel libro di cucina  un'opera letteraria o no ?
Quella ricetta  un'espressione artistica o no ? La cucina  arte o no ?
Secondo me la risposta  si, ma se questo  vero allora pu essere
un'opera letteraria anche la stessa ricetta scritta in C in in un altro
capitolo dello stesso libro per renderla pi facilemnte comprensibile ad
un programmatore (e magari ad una macchina).

ciao,
carlo
-- 
For easier reading please set the Courier font.
Messages larger than 30 KB may not receive immediate attention.
Freedom for Business: http://swpat.ffii.org