[Diritto] Compenso per distribuzione

Marco Bertani diritto@softwarelibero.it
Fri, 09 May 2003 16:20:33 +0200


Leonardo Boselli wrote:
> On 9 May 2003, at 13:33, Marco Bertani wrote:
> 
>>E' corretto secondo voi dire che il prezzo che eventualmente si paga per 
>>ottenere un programma che sia software libero non  relativo al diritto 
>>di poter utilizzare il software, ma  solo un compenso per la distribuzione?
>>E' questo che si intende al punto 1 della GNU GPL quando si dice:
>>"You may charge a fee for the physical act of transferring a copy," ?
> 
> Quello che scrive la GPL  pi o meno quello che dici, ma con un 
> distinguo: La GPL dice che PUOI fare pagare per la distribuzione, 
> ma non che sia vietato fare pagare per il trasferimento del 
> programma stesso. il caso di scuola  il programma fatto su 
> commissione: Assumiamo che A voglia un programma per una sua 
> applicazione. Che ci sia gi un programma sotto GPL: che possa 
> essere adattato alla bisogna con pesanti modifiche, ma pur sempre 
> pi leggere che scrivelrlo da zero.
> Allora un programmatore potrebbe accettare di scrivere tale 
> programma, che dovrebbe avere la licenza GPL. Costui potrebbe 
> ben farsi pagare per cedere il programma modificato.
OK, ma il programmatore in questo caso si farebbe pagare per il suo
lavoro in s, come prestazione d'opera?
Quello che si paga  sempre e solo un lavoro, un servizio?
Se no cosa intendi per "cedere il programma modificato"?

Grazie

Ciao