[Discussioni] Poste Italiane si allea con Microsoft per ...

Alfonso Fuggetta Alfonso.Fuggetta a polimi.it
Gio 25 Nov 2004 20:39:45 CET




On 25-11-2004 20:29, "Simo Sorce" <simo a softwarelibero.it> wrote:


> Quindi non faccio certo fatica ad immaginarmi che l'XML di Microsoft con
> tanto di DTD non sia altro che un bel protocollo pensato per passare
> indenne attraverso i firewall (solo porta 80 no?) e che ingloba tanti
> bei blob (magari binari) di cui io non conosco la funzione che rendono
> insicuro il mio client e che per essere utilizzati mi richiedono di
> ricostruire un milione di righe di codice in librerie e altre amenitÓ
> perchŔ magari vengono utilizzate attraverso un bell'ActiveX scaricato
> sul client dell'utente.

A me non diverte il processo alle intenzioni. Ripeto quanto detto nella mail
precedente e che Ŕ la stessa cosa che dici tu:

"La vera questione Ŕ che non siano imbastarditi con meccanismi proprietari e
che le "signature" dei services siano pubbliche."

In sintesi, io chiederei

1. Che i servizi pubblici offerti via web siano accedibili anche da browser
che non siano explorer.

2. Che i webservices siano "puliti" e con signature pubbliche per coloro che
vogliono/devono implementare servizi su client non MS.


Alfonso




More information about the discussioni mailing list