[Discussioni] Re: Licenza anomala

simo s a ssimo.org
Lun 26 Feb 2007 21:31:55 CET


On Mon, 2007-02-26 at 21:06 +0100, Nicola A. Grossi wrote:
> Cos'abbia in testa l'autore non lo so, posso solo dire che un'obbligo di non 
> fare (divieto di distribuzione commerciale) non contraddice una facoltÓ di 
> fare (in licenza). 

La LGPL dice:

	1. [...]

	You may charge a fee for the physical act of transferring
	a copy, and you may at your option offer warranty protection
	in exchange for a fee.

Lui dice:
	* E' vietato distribuire il software dietro pagamento di denaro
	 oppure ricevere un compenso 
	* per la gestione del software. Il software Ŕ personale e puoi
	 essere distribuito solo gratuitamente.

Non so a te ma a me sembra contraddittorio dire contemporaneamente che
puoi farti pagare e poi vietartelo.

> C'Ŕ spazio per un'interpretazione adeguatrice. 

Certo.

> La contraddizione sarebbe insuperabile se la LGPL obbligasse il 
> licenziatario a distribuire a scopo di lucro, per cui ci troveremmo davanti 
> a due obblighi opposti senza poter capire quale dei due prevale sull'altro. 

Il problema e' che quello che ne risulta e' incerto e molto
probabilmente una licenza che NON e' la LGPL.

Vista l'incertezza legale io mi sento di consigliare di _non_ usare tale
software finche' l'autore non si schiarisce le idee e pubblica una
licenza non contraddittoria in modo che siano chiari e cristallini quali
sono i termini e cosa e permesso e cosa no (Nota anche quel "Il software
Ŕ personale").

E' una questione di prudenza.

Simo.




More information about the discussioni mailing list